Una tesi di Laurea parla di me!

30 maggio 2016

IMG-20160507-WA0004Amici ho una gran bella novità per voi!

Nel corso dei miei incontri che, di tanto in tanto, porto avanti con giovani universitari, ho conosciuto anche se solo telefonicamente, il laureando Alessio Balzarotti, di Milano, il quale mi ha rivelato di essere in procinto di discutere la tesi di cui sono il protagonista! Che spettacolo!

Così Alessio racconta in una intervista che è stata realizzata appositamente per farci raccontare un po’ da dove nasce questa sua idea, che mi ha emozionato moltissimo!

Dice Alessio: “Non ho mai incontrato Giampaolo Bendinelli, perché vivo a Milano, dove frequento il corso di Laurea in Scienze Motorie, Sport e Salute – racconta Alessio –  ma ho avuto modo di confrontarmi con lui telefonicamente un paio di volte, grazie al contatto che mi è stato dato dal professore Franco Cesaro, di Verona, docente di psicologia e psicopedagogia presso il dipartimento di Scienze Biomediche per la salute dell’Università Statale di Milano, il quale ha organizzato una serie di testimonianze di Giampaolo all’Università sul tema del superamento del limite e sulla relazione mente/corpo, cui ho assistito con grande interesse. L’anno scorso, mentre mi trovavo in Spagna per studio, ho ragionato sul tema da trattare, approcciandomi ancor più alla psicologia dello sport: mi sono appassionato al tema del funzionamento della mente degli atleti durante una gara, dalle dinamiche di concentrazione, alle gestione dell’ansia  e dello stress, così come dei propri limiti. Ho osservato da vicino la disciplina del Triathlon, che nell’alternanza di diversi schemi motori attivati nel nuoto, nella bici e poi nella corsa, richiede una forma mentis e un allenamento del tutto particolari. Contemporaneamente ho conosciuto da vicino la cosiddetta “teoria del flusso o dell’esperienza ottimale”, che spiega lo stato di perfetto equilibrio tra mente, corpo, pensieri e volontà derivante dall’essere esattamente dove si vorrebbe in un preciso momento, traendo appagamento e gratificazione dal fatto che tutto si svolge in armonia sui diversi livelli mente/corpo/emozioni: una specie di ‘trance’. Il caso di Giampaolo Bendinelli è risultato emblematico per svolgere le mie riflessioni di ricerca e studio in tal senso […]

Articolo pubblicato su L’Arena di Verona, 30 maggio 2016, pag.44

http://www.agsm-energyinlife.com/wordpress/wp-content/uploads/2016/05/Immagine.png

Ma carissimo Alessio, sono io che ringrazio te di cuore!

Se cambiano i giorni per la discussione delle tesi, non mancherò!

Avanti tutta!

Related Post
Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *