Amici!

IMG-20160612-WA0001Continuano gli allenamenti. Manca davvero poco all’appuntamento estivo in Oregon.
Sabato 11 giugno,  nonostante le minacciose previsioni meteo, ho sostenuto un allenamento lungo in bicicletta. Sono stati 300 chilometri percorso fra le province di Verona e Trento: per 50 chilometri ho pedalato con i neo thiathleti Andrea e Kino, con me nelle foto, dopodiché ho proseguito in solitaria e questa sarà la dimensione reale della gara in Oregon e va benissimo così. Domenica 12 giugno ho fatto una corsetta di un’ora e mezza.

Con loro ho parlato della gara in arrivo il prossimo weekend, 18 e 19 giugno, ovvero il triathlon internazionale di Bardolino. Ne sentirete parlare, vi racconterò!

Avanti tutta!

 

 

IMG-20160529-WA0007Ciao amici! Continuano le gare-allenamenti in vista delle mie grandi sfide.

Sabato 28 e domenica 29 maggio sono andato a Firenze per correre la 100 chilometri del Passatore, un evento sportivo particolare da tutti i punti di vista: pensando ai 100 chilometri, si potrebbe esclamare “caspita, sono troppi!”, ma qui a Firenze tutto è davvero una festa prima della partenza, durante la gara e dopo l’arrivo al traguardo. Si è imposto per l’11°volta consecutiva Giorgio Calcaterra, che avevo incontrato alla Straverona, allo stand del mio main sponsor AGSM.
A questo punto della preparazione per me era importante confrontarmi con l’ultramaratona che dovrò percorrere tra 45 giorni in Oregon. Nelle immagini vediamo alcuni personaggi incontrati nella due-giorni fiorentina.

Mi ha colpito la presenza di una simpatica signora che si spostava in macchina sul percorso, esponendo cartelli simpatici e confezionando panini che offriva agli atleti: non avevo mai visto prima d’ora un ristoro itinerante.
Ora la mia attenzione si sposta sul lavoro specifico in bicicletta, mi aspettano i 400 chilometri della randonnée a Vicenza.

A presto!

IMG-20160507-WA0004Amici ho una gran bella novità per voi!

Nel corso dei miei incontri che, di tanto in tanto, porto avanti con giovani universitari, ho conosciuto anche se solo telefonicamente, il laureando Alessio Balzarotti, di Milano, il quale mi ha rivelato di essere in procinto di discutere la tesi di cui sono il protagonista! Che spettacolo!

Così Alessio racconta in una intervista che è stata realizzata appositamente per farci raccontare un po’ da dove nasce questa sua idea, che mi ha emozionato moltissimo!

Dice Alessio: “Non ho mai incontrato Giampaolo Bendinelli, perché vivo a Milano, dove frequento il corso di Laurea in Scienze Motorie, Sport e Salute – racconta Alessio –  ma ho avuto modo di confrontarmi con lui telefonicamente un paio di volte, grazie al contatto che mi è stato dato dal professore Franco Cesaro, di Verona, docente di psicologia e psicopedagogia presso il dipartimento di Scienze Biomediche per la salute dell’Università Statale di Milano, il quale ha organizzato una serie di testimonianze di Giampaolo all’Università sul tema del superamento del limite e sulla relazione mente/corpo, cui ho assistito con grande interesse. L’anno scorso, mentre mi trovavo in Spagna per studio, ho ragionato sul tema da trattare, approcciandomi ancor più alla psicologia dello sport: mi sono appassionato al tema del funzionamento della mente degli atleti durante una gara, dalle dinamiche di concentrazione, alle gestione dell’ansia  e dello stress, così come dei propri limiti. Ho osservato da vicino la disciplina del Triathlon, che nell’alternanza di diversi schemi motori attivati nel nuoto, nella bici e poi nella corsa, richiede una forma mentis e un allenamento del tutto particolari. Contemporaneamente ho conosciuto da vicino la cosiddetta “teoria del flusso o dell’esperienza ottimale”, che spiega lo stato di perfetto equilibrio tra mente, corpo, pensieri e volontà derivante dall’essere esattamente dove si vorrebbe in un preciso momento, traendo appagamento e gratificazione dal fatto che tutto si svolge in armonia sui diversi livelli mente/corpo/emozioni: una specie di ‘trance’. Il caso di Giampaolo Bendinelli è risultato emblematico per svolgere le mie riflessioni di ricerca e studio in tal senso […]

Articolo pubblicato su L’Arena di Verona, 30 maggio 2016, pag.44

http://www.agsm-energyinlife.com/wordpress/wp-content/uploads/2016/05/Immagine.png

Ma carissimo Alessio, sono io che ringrazio te di cuore!

Se cambiano i giorni per la discussione delle tesi, non mancherò!

Avanti tutta!

Amici! IMG-20160522-WA0000Continuano gli allenamenti in vista delle grandi gare in Oregon, nel mese di luglio, e nuovamente a Leon nel mese di ottobre. Così, il 21 e 22 maggio mi sono programmato un Ironman in totale autonomia. Ho percorso la distanza classica (4 km di nuoto, 180 km in bici, 42 km di corsa), accompagnato da amici.

Ho nuotato al Centro Federale di Nuoto di Verona per 4 chilometri con Alfonso Napodano, che mi accompagnerà a Leon anche quest’anno, per la gara dei 5 Ironman no stop in Messico il prossimo ottobre 2016. Ho percorso 45 chilometri, per un tratto, con l’amico di sempre Michele Marconi del team “piumati” e ho pedalato per 190 chilometri con il corpulento Michele Bonati, “118” per gli amici!

E’ stato un bel weekend baciato dal sole e dall’amicizia! Sono proiettato al prossimo sabato, 28 maggio, quando sarò impegnato nella 100 chilometri di running Firenze-Faenza, ma vi saprò dire!

Ciao, avanti tutta!

straverona (1)Il weekend del 14 e 15 maggio è stato all’insegna dello sport e dell’aria aperta, anche se la pioggia ha frenato alcuni miei programmi.

Sabato 14 ero pronto per un’uscita lunga in bici, ma ho dovuto interrompere a causa di una improvvisa grandinata dopo aver pedalato per 160 chilometri sopra le coline veronesi.

Domenica 15 maggio ho partecipato alla Straverona, evento storico della città scaligera. Ho seguito il percorso di 20 chilometri, il più lungo previsto dal programma, cui ho aggiunto altri 20 chilometri di “fuori corso”!

Ho aggiunto un altro mattone nel muro del lavoro aerobico indispensabile per i prossimi obiettivi.

Amici, sono sempre più appassionato e convinto di andare avanti, oltre il limite!

straveronadownloadGPB ENERGY IN LIFE

IMG-20160507-WA0004Amici, proseguono i miei allenamenti, in vista dei due grandi impegni dell’anno: Oregon, luglio 2016 e Leon, ottobre 2016.

Sabato 7 maggio sono stato a Kaltern, in provincia di Bolzano, dove ho pedalato per ben 261 chilometri, ci voleva! Con me l’amico Alfonso Napodano, che ha percorso un tratto al mio fianco per 160 chilometri.

L’indomani, domenica, festa della mamma e, con l’occasione, rinnovo gli auguri a queste donne speciali, ho corso per circa tre ore e mezza, una tranquilla giornata di jogging per me!

Che spettacolo, tutto procede molto bene, sono proprio contento.
Bel clima in questo weekend, che ha agevolato gli spostamenti, bel paesaggio! Sempre affascinante pedalare, correre all’aria aperta e sentire i profumi della natura, ne sono un amante. Quando andò in Oregon, vi manderò delle foto eccezionali, perché il contesto è davvero super.

Avanti tutta, sempre con il sorriso e la determinazione che mi accompagnano!

 

IMG_20160430_105218Oggi, sabato 30 aprile,  la mia bici mi ha portato qui, a Verona Fiere, per la decima edizione di Sport Expo, la prima fiera dello sport giovanile in Italia dedicata agli Under 14, iniziativa sportiva di eccellenza per l’Italia, non potevo mancare! Una bellissima manifestazione: ci sono ragazzini ovunque,  intenti a praticare la disciplina che più li appassiona!  Che spettacolo! Loro sono gli adulti di domani. L’ambiente è molto frizzante. Sono stato al Padiglione 9 e il mio punto di riferimento era lo stand dello sponsor,  AGSM, che mi seguirà per tutto il 2016. In programma la presentazione delle due gare più significative del 2016: la prima, a metà luglio, si terrà in Oregon, USA, e la seconda avrà luogo in Messico, probabilmente nel mese di ottobre come nel 2015: qui, in terra centro-americana, affronterò nuovamente una prova Penta Ironman, con una differenza, rispetto al 2015: non più singoli Ironman per ciascuna giornata, bensì una formula non-stop di cinque notti e sei giorni. Una sfida nella sfida!

Quanti campioni  intorno a me dello sport nazionale:  il calciatore Gianluca Zambrotta,  Federica  Pellegrini con Filippo Magnini,  Luca Pizzini, il giovane nuotatore veronese emergente, ranista di grande abilità.

Con mia grande gioia ho incontrato i giovanissimi atleti della società sportiva di cui faccio parte, il Fumane Triathlon, classe 2006-2008: per l’occasione, hanno preparato una gara dimostrativa.

Lo sport, amici miei,  è un formidabile strumento di crescita: è un ottimo punto di partenza per formare un buon cittadino. Avanti tutta!! Ci sentiremo per le prossime gare …

SIMG-20160110-WA0006ono questi giorni speciali: lo sponsor AGSM mi ha dato la disponibilità per la copertura finanziaria di due eventi internazionali. Il primo sarà in Oregon sulle Rocky Mountains su distanza Double Ironman e poi il gran finale, molto probabilmente ancora a Leon in Messico, per una gara ancora più lunga del Penta Ironman … ma vi racconterò tutto!

Che spettacolo! Avanti tutta.

 

Ciao amici!

Sabato 16 e domenica 17 aprile ho partecipato all’evento Triathlon su distanza Half Ironman denominato Iron Delta IMG-20160418-WA0003al Lido di Volano, in provincia di Ferrara.

Il format è presto detto: 1,9 chilometri a nuoto, 90 chilometri in bici con la formula a cronometro individuale, e 21 chilometri di corsa.

Io e gli amici del Fumane Triathlon avevamo organizzato questa trasferta da mesi; ho pensato di aggiungere  chilometri al percorso, così ho raggiunto, in bicicletta, la piacevole località emiliana, accompagnato dal simpatico Nicola Chilelli per gli amici “killer”. C’era un forte vento contrario, ma è andato tutto bene: nessuna foratura e nessun inconveniente. La sera eravamo in un residence con gli altri della squadra per preparare la gara vera e propria. La partenza era fissata per le 8.30 della domenica mattina: tutto si è svolto in modo regolare, buone le sensazioni nel nuoto, bici completata a 32 chilometri di media oraria no draft, mentre nella corsa ho voluto forzare e mi sono fermato un po’ prima del traguardo per un problema intestinale che mi perseguitava già da qualche giorno. E’ stato un buon test per provare i cambi dei vari distretti muscolari in gara.

IMG-20160110-WA0007-300x168Continuano le mie giornate di allenamenti.

Sabato 2 aprile è stata una giornata di allenamento: ho pedalato per 70 chilometri in solitaria sulle colline veronesi. Domenica 3 aprile mi sono spinto oltre, pedalando per 130 chilometri con gli amici del bike team di Lugagnano, Verona, su terreno misto: siamo saliti fino a Prada, percorrendo poi lunghi rettilinei in piano a ritmo sostenuto. Con il gruppo sto organizzando la gara del 15 maggio prossimo, che da Monaco di Baviera ci porterà a Verona, dopo aver percorso 500 chilometri in sella alla bici.

Appuntamento fissato per domenica 10 aprile con i triathleti che hanno fatto parte, con me, del gruppo monitorato dal CNR di Pisa. Pedaleremo e correremo sulle montagne bresciane … vi racconterò!

A presto amici …